Università degli Adulti logo
  • AVVISO IMPORTANTE DEL 25/11/2020 (cliccare)

    Carissimi/e Soci/e

    All’inizio di ottobre erano finalmente riprese  lezioni dell’università degli adulti, nella sede del Centro Medioevo.

    Erano state sospese, come tutte le attività collettive, la scorsa primavera, all’inizio del periodo di isolamento sociale che tutti abbiamo forzatamente vissuto.

    Le lezioni all’Università degli adulti hanno sempre avuto un numeroso ed affezionato pubblico di ascoltatori ed il non poterle più seguire era dispiaciuto a tutti.

    Avevamo ripreso, ed in piena sicurezza: ci si può sedere comodamente, ben distanziati, nelle poltrone del Medioevo, veniva controllata la temperatura all’ingresso e dopo ogni lezione tutto il salone era sanificato con un apparecchio ad ozono.Potevamo perciò dire che anche rispettando le regole previste per la sicurezza sanitaria di tutti, eravamo tornati a godere del piacere di ascoltare argomenti interessanti, di essere aggiornati sulle tante novità che ci sono sempre in tutti i campi del sapere, di imparare o di farlo insieme ad altri, non restando sempre isolati nelle nostre case.

    Purtroppo è sopraggiunto questo secondo periodo di contagi e il fatto di non essere liberi nei nostri spostamenti ci ha costretti ad una nuova sospensione e naturalmente questo è dispiaciuto a tutti, ma le regole vanno rispettate e la salute è un bene troppo prezioso per metterlo a repentaglio.

    Naturalmente contiamo di poter riprendere il nostro cammino insieme non appena i tempi lo consentiranno, perché la cultura non solo deve tornare ad essere vissuta come elemento importante della vita, ad ogni età, ma deve anche essere socializzata e condivisa.

    Qualche volta ci siamo sentiti chiedere: ci sono compiti? C’è da studiare? Sarò all’altezza di capire, io che ho lasciato la scuolada tanti anni?  Ebbene, nessuna paura, bisogna solo ascoltare, magari mentre si guarda scorrere sullo schermo grande del nostro salone qualche bell’immagine…è solo un puro piacere!

    In questi anni, con l’aiuto di un docente dell’università, il maestro Rossano Nistri, molti degli iscritti hanno raccontato ricordi, esperienze di vita, storie, che poi sono state stampate e diffuse come “Quaderni del Medioevo”. E si sta per chiudere anche l’ultimo volumetto, dedicato a questo anomalo e faticoso anno 2020. C’è però ancora spazio per partecipare, visto che abbiamo goduto di lezioni “dal vivo” solo per un mese!

    Faccio perciò un appello ai nostri iscritti, sia agli affezionati da anni sia ai nuovi: inviateci qualche riflessione, qualche aneddoto, qualche breve racconto su quello che è cambiato, nella vostra vita (o nella vita collettiva), tra il 2019 e il 2020.Nessuno abbia paura di scrivere: anche piccoli pensieri, se fatti con il cuore, hanno grande valore!

    Inviateli via mail all’Università, e noi li faremo avere al maestro Nistri, che saprà con sapienza fare il giusto collage fra i diversi pezzi.

    Noi tutti speriamo di poter riprendere presto le nostre attività; se non dovesse essere possibile riprendere nel prossimo mese di dicembre, siamo comunque certi di poterci rivedere con il prossimo anno. Nel frattempo, a tutti l’augurio mio personale e dell’intero Consiglio per vivere nella serenità e nella tranquillità familiare queste giornate!

                                                                                                                                    La Presidente

                                                                                                                                 Prof Maria Rita Livio